Ponte Coperto a Pavia

Ponte Coperto a Pavia

Oggi non restiamo solo nella Provincia di Pavia bensí raggiungiamo addirittura la capitale di Provincia, Pavia, che é il nostro traguardo di tappa, e che é situata sul fiume Ticino, un vecchio conoscente dal Ticino. Recentemente abbiamo attraversato un bosco che fa parte del «Parco Lombardo Valle del Ticino», ma oggi tutto il nostro sentiero si sviluppa in questo parco. Non é un parco nel senso lato della parola, bensí un'area composta da risaie, campi non irrigati, boschi, agglomerazioni nonché di zone industriale. Tuttavia questa zona si trova nella valle del fiume Ticino, pertanto tutta la regione prende il suo nome.
Gropello Cairoli

Gropello Cairoli

Il primo grosso borgo sulla tratta odierna é Groppello Cairoli, dove possiamo riempire le nostre scorte. Ció sarebbe possibile anche nella destinazione seguente dal nome armonioso Villanova D´Ardenghi. Dopo 16 km di marcia raggiungiamo il fiume Ticino, che costeggiamo lungo la sua sponda destra fino a Pavia. Qui attraversiamo il fiume su un «Ponte Coperto» di epoca romana che venne coperto nel Medio Evo. Dopo la sua distruzione nella 2. guerra mondiale, venne ricostruito nel suo vecchio stile, peró con doppie dimensioni. Una delle attrazioni principali di Pavia é la Basilica San Michele, ma la cittá offre anche ben altro e si addice di conseguenza per una sosta di un giorno.

sulla sponda del fiume Ticino

sulla sponda del fiume Ticino

Indicazioni

La «Via Francigena» é uno dei 3 cammini di pellegrinaggio che nel Medioevo portavano alle 3 principali mete religiose cristiane « Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Il suo asse centrale permetteva ai pellegrini di portarsi da Canterbury, in Inghilterra, a Roma con numerose tappe in Francia e in Svizzera. Questa documentazione descrive innanzitutto la tratta del cammino più percorsa che va da Losanna a Roma.