Tramonto sul Lago di Bolsena

Tramonto sul Lago di Bolsena

Questa tappa completamente in provincia di Viterbo nel Lazio ci conduce attraverso un terreno pianeggiante pure un po in discesa fino al «Lago di Bolsena» che é quasi rotondo, ha una superficie di circa 114 km2 e una profonditá massima di 150 metri e giace a circa 90 km a nord di Roma. Il lago é scaturito da attivitá vulcaniche ma non é un cratere vulcanico, bensí é stato creato dal cedimento sotterraneo di camere di magma dopo che queste avevano eruttato altrove in superficie la loro lava. Oggi, il lago é una ricercata destinazione turistica.
anche questo cammino ha una fine

anche questo cammino ha una fine

San Lorenzo Nuovo é l'unico borgo maggiore sul cammino odierno e indica col suo nome che nel XVIII secolo la popolazione venne trasferita qui da San Lorenzo Vecchio. La bella vista sul lago di Bolsena non dovrebbe essere il motivo per questo trasferimento.

Il nostro traguardo di tappa Bolsena infine giace sulla sponda del lago a nord est. Il borgo ha anche lui una storia ricca di spostamenti giá dai tempi dei romani, di miracoli che qui sarebbero avvenuti, di cabacombe e della basilica romana di Santa Christina, nella quale uno dei miracoli indusse Papa Urban IV ad introdurre il giorno festivo del Corpus Domini. Una lista imponente per la ricerca personale della storia dei luoghi.

fermata intermediaria a San Lorenzo Nuovo

fermata intermediaria a San Lorenzo Nuovo

Indicazioni

La «Via Francigena» é uno dei 3 cammini di pellegrinaggio che nel Medioevo portavano alle 3 principali mete religiose cristiane « Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Il suo asse centrale permetteva ai pellegrini di portarsi da Canterbury, in Inghilterra, a Roma con numerose tappe in Francia e in Svizzera. Questa documentazione descrive innanzitutto la tratta del cammino più percorsa che va da Losanna a Roma.